Curno: Trasporto locale, ok agli aumenti La corsa fino a 20 centesimi in più – Cronaca – L’Eco di Bergamo

La Giunta della Provincia approverà giovedì un aumento del 5% sulle tariffe del trasporto pubblico locale a decorrere dal 1° agosto prossimo, aggiornando tutti i valori dei titoli di viaggio tranne l’abbonamento annuale studenti che resta fissato alle tariffe decise lo scorso febbraio.

In base al nuovo adeguamento, il biglietto di corsa semplice subirà un ritocco compreso tra i 5 e i 20 centesimi a seconda della tratta, mentre l’abbonamento mensile subirà un adeguamento compreso tra 1 e 4 euro sempre a secondo della lunghezza del percorso.

La Provincia tiene però a sottolineare la scelta di aver adottato «una politica di attenzione e sensibilità alle istanze dei cittadini» avendo decisio un adeguamento del 5% e non del 9,09% richiesto dalla regione Lombardia per far quadrare i conti causa i minori trasferimenti del Governo alle Regioni, introdotti con l precedente manovra finanziaria. La contrazione delle risorse – osserva la Provincia – «va inevitabilmente a ripercuotersi a cascata, sulle Province costrette quindi a introdurre un nuovo adeguamento delle tariffe dopo quello del febbraio scorso»..

«Ancora una volta – sostiene la Provincia – , dimostrando attenzione e sensibilità alle istanze dei cittadini, (come già a febbraio dove l’adeguamento fu contenuto al 7% contro il 10% indicato dal Pirellone) la Provincia di Bergamo messa di fronte all’obbligo di adeguare le tariffe ha deciso di non applicare l’aumento del 9,09% regionale ma di contenerlo al 5% per tutti i titoli di viaggio provinciali tranne che per l’abbonamento annuale studenti che resterà invariato».

«Per far quadrare i conti – specifica ancora la Provincia -, un ulteriore 1%, verrà recuperato attraverso la leva della razionalizzazione e riorganizzazione di alcune corse, eliminando quelle meno utilizzate dai cittadini, ma con un occhio di riguardo alle situazioni più marginali. Anche questa misura è attuata tenendo conto dell’aspetto sociale e occupazionale; attraverso questo intervento – rileva via Tasso – sarà, comunque, possibile salvaguardare i posti di lavoro del personale delle aziende di trasporto. Queste ultime saranno, in ogni caso, chiamate a fare la propria parte garantendo una maggior efficienza e migliorando gli indici di puntualità e regolarità che, già oggi, risultano soddisfacenti».

© riproduzione riservata

Accedi al sito per votare Risultato:

Stampa Invia ad un amico

ALTRE NOTIZIE

Festa dell’acqua e big dal trampolino Gli Assoluti alle Piscine Italcementi

Disoccupazione e pochi risparmi Ecco il futuro per i bergamaschi

Turismo e cultura a Bergamo Ad agosto musei aperti tutti i giorni

Storie e leggende sui monti Al via «In vetta col drago»

I pendolari contro gli aumenti «Anche Milano non fa sconti»

Altre notizie dal territorio

Map data ©2011 Google, Tele Atlas – Termini e condizioni d’uso

Facebook

Twitter

Avvisi

Iscriviti alla Newsletter

Scrivi alla redazione

RSS

VIDEO

Trasporto locale: il presidente della Provincia, Ettore Pirovano, difende le scelte

BERGAMO NOTIZIE – 12.30 del 28/07/2011

Debutta Pablo, il nipote di Bob Dylan

AL CINEMA

Winnie the Pooh

Regista: Stephen J. Anderson

Con:

Film:

Città:

Cinema:

CHE SI FA OGGI?

Luglio 2011

L

M

M

G

V

S

D

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

Bergamo TV

Bergamo Notizie

L’informazione quotidiana

Non solo meteo

Il meteo di Regazzoni

Contratto: Vendita Affitto

Uso:

Parola Chiave:

INIZIATIVE EDITORIALI

Dal 16 Giugno

Al 31 Luglio

In montagna con i bambini

Pagina 3 di 3

ACCEDI REGISTRATI CHI SIAMO ABBONAMENTI PUBBLICITÀ CONTATTI RSS

TORNA SU

BERGAMO CITTÀ HINTERLAND BASSA BERGAMASCA ISOLA LE VALLI

HOMEPAGE CRONACA ECONOMIA CULTURA E SPETTACOLI SPORT FOTO VIDEO RUBRICHE

viaTrasporto locale, ok agli aumenti La corsa fino a 20 centesimi in più – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Curno – Le destinazioni dei 13 preti novelli Anche venti vicari parrocchiali – Cronaca – L’Eco di Bergamo

Le destinazioni dei 13 preti novelli Anche venti vicari parrocchiali – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Destinazioni dei preti novelli
Queste le destinazioni dei preti novelli: undici saranno vicari parrocchiali e direttori di oratorio, uno vicario interparrocchiale e direttore di due oratori e un altro educatore in Seminario: don Gabriele Bonzi a Cologno al Serio, don Daniel David Boscaglia a San Giovanni Bianco, don Alex Carlessi a Curno, don Giovanni Crippa a Villa d’Almè, don Daniele Filippoli a Celadina in città, don Gianpaolo Ghisleni a Loreto in città, don Morris Pagnoncelli a Mozzo, don Simone Pelis a Romano di Lombardia, don Davide Perico ad Almè, don Mattia Ranza a Bonate Sotto, don Davide Rota Conti a Clusone, don Francesco Sanfilippo a Verdellino e Zingonia, don Lorenzo Quadri educatore nel Biennio del Seminario diocesano.

Curno: Aumenti trasporti: unire le forze È il grido dei paesi dell’hinterland – Cronaca – L’Eco di Bergamo

Aumenti trasporti: unire le forze È il grido dei paesi dell’hinterland – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Di fronte a tutto questo le fasce più deboli dei comuni più esposti agli aumenti (quelli della zona 2 come Curno, Azzano San Paolo, Torre Boldone, Seriate, Lallio o Treviolo), già duramente provate dalla pesante crisi economica e dalla manovra finanziara, si chiedono: «Dove andremo a finire?».

Curno: Torna «Borghi & Burattini»: 30 spettacoli in 12 Comuni – Hinterland – L’Eco di Bergamo

Trenta spettacoli con artisti provenienti da tutta Italia: è la proposta di Borghi & Burattini, la rassegna estiva di teatro d’animazione, giunta ormai alla 16ª edizione,organizzata dalla Fondazione Benedetto Ravasio fino all’11 settembre.

Si rivolge quest’anno a bambini e adulti di ben 12 comuni bergamaschi: Bergamo, Bonate Sotto, Curnasco di Treviolo, Curno

viaTorna «Borghi & Burattini»: 30 spettacoli in 12 Comuni – Hinterland – L’Eco di Bergamo.

Curno: Storia di Pino Zecchillo, il globetrotter della politica comasca

Roba da prima Repubblica, non dovrebbe andarne troppo fiero. Com’è che poi finì con Di Pietro?

«Nel ’92 scoppiò Mani pulite, mi entusiasmai di fronte al cambiamento. Sono un giustizialista della prima ora, fondai con altri il movimento “Mani Pulite” e lasciai i Verdi dopo il congresso di Forte dei Marmi, nel 1995. Un anno dopo mi telefonò la segretaria di Antonio Di Pietro. All’epoca Tonino era ministro dei Lavori pubblici mi invitò in un ristorante di Milano, “La Mongolfiera”. Ci andai con Contini e con Di Pietro c’era l’avvocato Roberto Arnoldi, ex sindaco di Curno.

viaStoria di Pino Zecchillo, il globetrotter della politica comasca.