Curno Fare pesi durante la notte? Nella nuova palestra di Curno sarà possibile Bergamo News

Allenarsi in palestra senza pensare all’orario di chiusura. Pensare che si può andare davvero tutti i giorni, domenica compresa e in qualsiasi orario, è una grande opportunità per i tanti appassionati di sport, soprattutto nella nostra realtà, dove generalmente i centri sportivi chiudono intorno alle 22.30 e non sempre sono aperti la domenica per l’intera giornata.

Invece, dalla fine dell’anno tutto ciò sarà realtà. Ci si potrà avvicinare allo sport in qualunque momento del giorno persino la notte. La nuova palestra farà parte del noto gruppo Motus fitness, e a Curno la sua sede sarà al primo piano del Cento Zebra, in via Enrico Fermi. Si potranno praticare diverse attività, dal fitness alle attività di gruppo, ai corsi da sala e sempre seguiti da tecnici qualificati ed istruttori.

Una grande grande idea e una sfida lanciata quella dei soci della Modus, che ispirandosi ai modelli americani, hanno voluto lanciare un’idea del tutto nuova di praticare sport. Non rinunciare al movimento, solo perché si è presi da tante faccende, ma trovare sempre nell’arco della giornata un posto da dedicare al proprio benessere mentale e fisico. Nel frattempo in questi giorni si sono aperte le diverse promozioni, davvero allettanti. Per informazioni http://www.motusfitness.it

viaFare pesi durante la notte? Nella nuova palestra di Curno sarà possibile.

Curno. Una pista ciclabile collegherà Dalmine a Bergamo – Corriere Bergamo

Una pista ciclabile collegherà Dalmine a Bergamo – Corriere Bergamo.

La presentazione del progetto della pista ciclabile
Una rete ciclabile da tre milioni di euro per l’area urbana ovest di Bergamo. Presentato venerdì mattina a Treviolo un ambizioso progetto per la creazione di 27,9 km di pista ciclabile, che permetterà un collegamento più sicuro e diretto tra i comuni di Treviolo, Bergamo, Curno, Dalmine e Lallio.Il comune capofila, Treviolo, e quello di Bergamo hanno già dato il loro ok, ora si attende di sapere se anche Curno, Dalmine e Lallio, comuni interessati dal percorso, accetteranno

Curno – Una nuova rete ciclabile lunga 28 chilometri da Dalmine a Bergamo Bergamo News

Venerdì mattina nella sala consigliare del comune di Treviolo è stato presentato il corposo progetto denominato “Bike!itis Green!”, che permetterà la realizzazione di 27,9 km di pista ciclabile, con una decina di chilometri caratterizzati da un sistema di segnalazione elettronica all’avanguardia. Il comune capofila, Treviolo, e quello di Bergamo hanno già dato il loro ok, ora si attende di sapere se anche Curno, Dalmine e Lallio, comuni interessati dal percorso, accetteranno.

Il costo del progetto è di circa tre milioni e trecentomila euro, e una volta sottoscritto dalle amministrazioni coinvolte, verrà inviato alla commissione dell’Unione Europea per chiederne il contributo, che potrebbe essere la metà del costo totale. Sarebbero tre le direttrici di collegamento: Curno con Bergamo, Treviolo-Bergamo, Dalmine-Lallio- Bergamo e due direttrici trasversali: Curno-Treviolo-Lallio e Curno-Treviolo-Dalmine. Verrà anche realizzato un collegamento tra la zona nord di Treviolo e Bergamo, sfruttando la strada che c’è nei paraggi del canale scolmatore a nord. Il progetto vede quale partner l’università di Bergamo, come fornitore della consulenza scientifica e nella promozione attiva perché, come si legge nel progetto, “i campus universitari sono attrattori interessanti coinvolti nell’attuazione del progetto”.

viaUna nuova rete ciclabile lunga 28 chilometri da Dalmine a Bergamo.

Curno – Non solo l’Atalanta: lo Juventus club di Mozzo è primo in bergamasca Bergamo News

Non c’è solo Atalanta a Bergamo. Lo “Juventus Club Doc Mozzo-Curno” – nato nel 2008 proprio a Mozzo – con il tempo è diventato uno tra i più numerosi in bergamasca, fondendosi successivamente con il vicino paese di Curno. Risultato? Più di duecento iscritti di fede bianconera, guidati da un consiglio direttivo di quindici elementi, tra cui il presidente Christian Rota.

E se il calciomercato ha chiuso ad agosto, il reclutamento di nuovi e arditi fans, per il club, è tutt’oggi aperto: ogni martedì, dalle ore 20.30, all’oratorio di Mozzo. Le quote, fino ai sedici anni, costano 16 euro annui, mentre 25 euro per gli adulti che sottoscrivono il primo abbonamento e 20 euro per chi deve rinnovare. Tra i benefit previsti dall’affiliazione, anche la possibilità di partecipare al Terzo Tempo Doc – il sogno di ogni tifoso- che è l’incontro con i giocatori al buffet del dopo gara.

E ancora: priorità sull’acquisto dell’abbonamento per le partite casalinghe e per quelle di Champions League, sconto sull’ingresso del nuovo museo bianconero, visite ai giocatori e viaggi in pullman per assistere alle partite casalinghe. E se questo non basta, anche la possibilità di gioire tutti insieme ad ogni minuto di gioco, con il tricolore cucito sul petto.

viaNon solo l’Atalanta: lo Juventus club di Mozzo è primo in bergamasca.

Stradafacendo: la festa delle associazioni di Curno Bergamo news

Da venerdì 21 al 23 settembre a Curno (Bergamo) si terrà la “Stradafacendo”  per far conoscere nei suoi 3 giorni, le associazioni di volontariato del comune.

Stradafacendo si terrà per le vie del comune di Curno con lo scopo di aiutare le associazioni che operano sul territorio del comune, dando loro visibilità tramite gli svariati eventi in programma.

Tra convegni, giochi e momenti di riflessione ci sarà modo di conoscere più da vicino le associazioni della comunità e chi volesse può contribuire acquistando la maglietta con il logo dell’iniziativa.

viaStradafacendo: la festa delle associazioni di Curno.

Curno Tagli dei servizi a Curno: ora si cercano volontari per il trasporto alunni Bergamo News

Tagli dei servizi a Curno: ora si cercano volontari per il trasporto alunni.

L’amministrazione comunale di Curno nelle settimane scorse si è trovata costretta a tagliare il servizio di trasporto scolastico per rientrare nei limiti dei patti di stabilità. Per garantire comunque il servizio ai 102 studenti del paese ecco l’idea di cercare volontari tra i cittadini: un metodo alternativo, economico, e che si possa riflettere in un modo nuovo di vivere il momento di avvicinamento alla scuola.

L’appello è rivolto a tutti i cittadini che vogliano proporsi come volontari per gestire diverse funzioni nell’ambito del trasporto scolastico. Come quella per controllare l’attraversamento stradale, con adulti appositamente formati dalla Polizia Locale che presteranno servizio in alcuni punti pericolosi delle strade del paese, per aiutare i bambini e ragazzi ad attraversare negli orari di entrata e di uscita dalle scuole. Servono anche accompagnatori sugli pullman dell’Atb: il volontario accompagnerà nel tragitto in autobus i ragazzi che dalla zona di via Trieste e dalla Marigolda dovranno raggiungere le scuole.

Con la mancanza dell’autobus i bambini andranno anche a piedi, lungo i percorsi già utilizzati ora un solo giorno la settimana, utilizzando un percorso di “piedibus” coordinato dai volontari. Per ciascuno dei diversi ruoli ricercati, chi fosse interessato può rivolgersi agli uffici comunali.

CURNO Università degli anziani, nuovi corsi Al via la 19esima edizione – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Si apre il diciannovesimo anno di attività di Terza Università di Bergamo e, come tradizione, l’avvio del nuovo ciclo «accademico» è celebrato da una festa per nuovi e vecchi corsisti, in programma martedì 18 settembre, alle ore 15.30, nella sala Lombardia dell’Asl Bergamo, in via Gallicciolli 4.

Nell’occasione, Liliana Bozzetto e Nicoletta Gabbrielli dell’associazione illustreranno le ultime novità prima dell’inizio delle lezioni. È previsto anche un saluto istituzionale del direttore generale dell’Asl di Bergamo, Mara Azzi. A seguire, si terrà una lezione d’apertura a cura di Osvaldo Roncelli sugli anni Settanta, tra arte, memoria e storia con l’opera di Enrico Baj «I funerali dell’anarchico Pinelli».

Ripartono, così, le attività dell’associazione culturale no profit, legata alla Cgil e nata nel 1994, che si rivolge alle pensionate e ai pensionati: dei 183 corsi che Terza Università ha attivato per l’anno accademico 2012/2013, 66 si svolgeranno a Bergamo (oltre a 31 presso Sportpiù BG e Curno), 75 in Provincia (oltre a 11 presso Sportpiù Cenate e Centro Sportivo di Rovetta) in una trentina di Comuni. Saranno coinvolti 72 docenti, a cui vanno aggiunti gli istruttori di Sportpiù e gli insegnanti di informatica dei CFP della provincia.

Ecco di seguito l’elenco dei Comuni coinvolti: Albino, Almè, Almenno San Salvatore, Alzano Lombardo, Carvico, Cenate Sotto, Cividate al Piano, Clusone, Covo, Curno

viaUniversità degli anziani, nuovi corsi Al via la 19esima edizione – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Curno – Atalanta e Lob Ottica ancora insieme Confermata la sponsorizzazione – Sport – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Per il terzo anno consecutivo Atalanta Bergamasca Calcio e Italian Optic Gruppo Lob Ottica hanno confermato la loro partnership. Nel negozio di Curno, i due padroni di casa, Fulvio Rizzi e Stefano Chiarla, hanno voluto ufficializzare la prosecuzione di questo accordo alla presenza del direttore generale atalantino Pierpaolo Marino.

«Crediamo in Atalanta, nella sua e nella nostra crescita, legata anche ai successi della squadra nerazzurra – sono le parole di Fulvio Rizzi -. Atalanta dà un contributo importante a noi e viceversa. Crediamo nel lavoro di Marino e dello staff atalantino». Uno scaramantico Pierpaolo Marino ha preso parte con interesse alla presentazione: «Hanno avuto la vista lunga ad investire sull’Atalanta – ha commentato con simpatia – , perché da quando sono il nostro sponsor l’Atalanta ha sempre fatto bene. Ringrazio Italian Optic Gruppo LOB Ottica sperando sempre di essere all’altezza del loro successo. Ci facciamo prestare un paio d’occhiali per vedere cosa c’aspetta

viaAtalanta e Lob Ottica ancora insieme Confermata la sponsorizzazione – Sport – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Crocette Ha rapinato il bar che frequentava «Devo gli alimenti alla ex moglie» – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Ha rapinato il bar che frequentava «Devo gli alimenti alla ex moglie» – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Aveva preso a pugni, minacciato con un coltello e rapinato di mille euro un barista del bar che frequentava, ma il volto scoperto l’ha tradito, così è stato arrestato la sera stessa. In direttissima ha confessato parlando di difficoltà economiche per mancanza di lavoro: «Devo versare gli alimenti alla mia ex moglie e a mio figlio».

È G. B., operaio incensurato 41enne di Bergamo, che venerdì sera ha messo a segno una rapina al «Tiratardi» di Curno, zona Crocette, non curandosi di conoscere il titolare del locale. «Non so nemmeno perché ho agito contro di lui», ha spiegato in carcere al gip che ha convalidato l’arresto e disposto per il 41enne i domiciliari.

Per i carabinieri non è stato un problema rintracciarlo, visto che il titolare del bar ha fornito loro il numero di targa del furgone con il quale l’operaio si era allontanato e la fotografia pescata su Facebook, dove i due sono tra l’altro amici.

Curno – Lallio, auto-ariete sfonda il bar Rubato un cambiamonete – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Spaccata nella notte tra sabato e domenica 9 settembre alla Caffetteria al Portico di Lallio, in via Aldo Moro. I ladri hanno sfondato la vetrata con un’auto e hanno portato via un cambiamonete.

Tutto è successo alle 2,30: i ladri, in pochissimi minuti, hanno sfondato la vetrata con l’auto e hanno preso solo il cambiamonete. Poi sono fuggiti senza lasciare traccia. Il titolare, cinese, è stato avvisato dai carabinieri di Curno di quanto accaduto. Ancora da quantificare il bottino contenuto nella macchinetta.

viaLallio, auto-ariete sfonda il bar Rubato un cambiamonete – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Curno Barista rapinato da un cliente abituale – Corriere Bergamo

Barista rapinato da un cliente abituale – Corriere Bergamo.

Resta inspiegabile il gesto di un operaio di 41 anni, di Bergamo, che nella serata di venerdì 8 settembre ha preso a calci e pugni, dopo avergli puntato un coltello, il titolare del locale “Tiratardi” di via Crocette, a Curno, per poi fuggire con i mille euro appena rapinati. Un gesto inspiegabile perché l’operaio è un cliente abituale del Tiratardi. Poco dopo le 22 G.B., su un furgone Fiat Ducato, ha raggiunto il bar. In un primo momento ha esibito un coltello di fronte al titolare del locale, subito dopo aver chiuso lui la saracinesca. Poi l’ha preso a calci e pugni, senza fortunatamente provocargli gravi lesioni. Ha prelevato mille euro dalla cassa e si è portato via anche il portafoglio del titolare. Ma al momento della fuga è stato osservato bene dal barista che era appena stato picchiato, che è riuscito a prendere il numero di targa. Nel giro di poco tempo i carabinieri erano a casa di G.B., dove c’erano ancora tutti i soldi. L’operaio è stato arrestato. Lunedì il gip lo interrogherà per la convalida

Crocette Cliente diventa rapinatore, prende a botte il titolare, ruba e fugge: arrestato BERGAMO News

Cliente diventa rapinatore, prende a botte il titolare, ruba e fugge: arrestato.

E’ entrato al solito locale, il Tiratardi di via Crocette di Curno, anche se era da un mese che non lo si vedeva al bancone.

Venerdì sera, 7 settembre, poco prima della chiusura alle 22.20, G.B. operaio 41enne di Bergamo è entrato al Tiratardi, ha abbassato la saracinesca e poi è sceso nel magazzino dove c’era il titolare Giuseppe Della Mussia, 42 anni.

Lo ha preso a pugni in volto, poi sui fianchi ed infine ha estratto un coltello e lo ha minacciato. “Mi ha rubato il portafogli e l’incasso della serata, circa mille euro” racconta Della Mussia.

Poi il cliente bandito è corso fuori è saluti sul Fiat Scudo ed è fuggito. Sul posto è subito intervenuta una pattuglia dei carabinieri che grazie alla ricostruzione del gestore, del numero di targa è risalita all’identità del rapinatore.

Verso le 23 i carabinieri erano già in via Moroni, a Bergamo, dove l’operaio 41enne aveva già nascosto la refurtiva del suo colpo in camera da letto.

Arrestato è ora recluso nel carcere di Bergamo con l’accusa di rapina a mano armata.

Crocette/Curno, botte al barista Cliente rapina il «Tiratardi» – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Curno, botte al barista Cliente rapina il «Tiratardi» – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Raffiche di pugni, minacce verbali e coltello alla mano. Si è concluso così il venerdì sera di Giuseppe Della Mussia, 42 anni, titolare del bar Tiratardi alle Crocette di Curno. A rapinarlo un suo cliente abituale, verso le 22.20.

«Mentre ero nel magazzino a depositare l’immondizia, poco prima di chiudere – spiega Della Mussia – il rapinatore è entrato nel locale e ha abbassato la saracinesca, dopodiché è sceso e mi ha assalito». Il bandito lo ha preso a pugni per un quarto d’ora e il barista si è arreso quando ha estratto un coltello.

«Si è portato via i soldi del mio portafoglio e l’incasso della serata, per un totale di mille euro». L’uomo, sulla quarantina, ha frequentato per diverso tempo il locale senza mai creare problemi. «Era da un mese ormai che non lo vedevo – racconta sconvolto Della Mussia -. Almeno sono riuscito a prendere la targa del mezzo e a chiamare il 112».

Il rapinatore è scappato a bordo di un Fiat Ducato parcheggiato all’esterno del bar, senza farsi notare dai clienti del locale di fronte, che non si sono neppure accorti di quanto stesse succedendo. Per un sopralluogo è intervenuta una pattuglia dei carabinieri di Bergamo, che ora è sulle tracce del rapinatore.

C. G.

20120908-092232.jpg

Curno: depositato il Piano Governo del Territorio- letto su Comune di Curno – Novità

Comune di Curno – Qui il PGT.

 

Avviso

Piano di Governo del Territorio

Scarica la documentazione allegata…

Documenti associati

Curno – In moto non si fermano all’alt dei carabinieri. Arrestati due marocchini – Bergamo News

In sella alla moto rallentano al posto di blocco, poi arrivati vicini al carabiniere lanciano due calci e fuggono. È iniziato così, poco dopo le tre del mattino di mercoledì 5 settembre, un rocambolesco inseguimento per le vie di Lallio. Due pattuglie dei militari dell’arma di Curno e Ponte San Pietro hanno subito rincorso i due in sella ad un Malagutti e hanno chiesto i rinforzi al nucleo radiomobile di Bergamo.

Imboccata via Aldo Moro, una strada a fondo chiuso, i due sono scesi dalla moto e hanno iniziato una fuga a piedi, ma i carabinieri li hanno acciuffati ed arrestati. In manette sono finiti due magrebini, nulla facenti e senza fissa dimora: E.M. di 27 anni e Y.K. di 22 anni.

Durante la perquisizione il 27enne marocchino è stato trovato in possesso di 2 grammi di hashish. Denunciati sono stati processati per direttissima nella mattinata di mercoledì 5 settembre.

viaIn moto non si fermano all’alt dei carabinieri. Arrestati due marocchini.

Curno Lallio, nascosto nel cassonetto per sfuggire ai carabinieri – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Lallio, nascosto nel cassonetto per sfuggire ai carabinieri – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

La fuga E.M., nato nel 1985, e Y.K., classe 1990, stavano passando lungo la strada 525 a bordo di un ciclomotore, risultato poi rubato a Bergamo. Sulla strada, un posto di blocco dei carabinieri. I due giovani, che viaggiavano a fari spenti, hanno prima rallentato e, mentre il 22enne (seduto dietro) sferrava alcuni calci ai militari, l’amico alla guida ha accelerato per fuggire. È iniziato un inseguimento per le strade di Lallio e sono arrivati, chiamati dai colleghi di Curno e Ponte San Pietro, anche i militari di Bergamo.

Curno Alla Brembo torna la cassa integrazione – Corriere Bergamo

Alla Brembo torna la cassa integrazione – Corriere Bergamo.

Torna dopo tre anni la cassa integrazione alla Brembo, la principale azienda meccanica della provincia e anche una delle poche grandi, con la N&W Global Vending, che sta utilizzando effettivamente ammortizzatori. L’intesa raggiunta ieri prevede il ricorso da qui alla fine dell’anno alla Cassa integrazione ordinaria nel solo stabilimento di Mapello per sei settimane per un massimo di 140 lavoratori della fonderia di ghisa e per 13 settimane per un massimo di 350 persone addette alla lavorazione dischi. Complessivamente l’intervento riguarda quasi il 10% dei dipendenti italiani del gruppo.

Curno-Incidente stradale provoca coda di tre chilometri sull’asse interurbano-Bergamo News

Incidente stradale provoca coda di tre chilometri sull’asse interurbano.

Un incidente stradale sull’asse interurbano all’altezza della galleria che da Treviolo porta a Bonate Sotto, nella serata di martedì 4 settembre, ha provocato una lunga coda di auto. Secondo le prime segnalazioni degli automobilisti si tratterebbe di un lungo serpentone di auto che vanno a rilento dall’ingresso della galleria fino all’altezza del centro commerciale di Curno. Notevoli quindi i disagi per molti automobilisti che stavano rientrando a casa dopo una giornata di lavoro.

Curno – Cannabis nascosto nel grano Ma l’elicottero scova le piante – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Mentre il velivolo dei carabinieri era in perlustrazione sull’Isola l’equipaggio ha anche collaborato con altri colleghi delle stazioni di Ponte San Pietro e Curno per individuare una coppia di zingari che verso le 10 aveva raggirato i personale di una farmacia dell’Isola riuscendo a portar via dei soldi non ancora quantificati. La coppia di rom, vista fuggire a bordo di una station wagon, è riuscita a far perdere le tracce.

viaCannabis nascosto nel grano Ma l’elicottero scova le piante – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Curno – Stato di calamità per l’agricoltura L’estate torrida brucia 200 milioni – Economia – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Stato di calamità per l’agricoltura lombarda: a chiederlo è la Coldiretti regionale che ha redatto la mappa dei danni della lunga estate calda spenta in questi giorni dalle piogge di Poppea. Pesanti anche le ripercussioni nella Bergamasca.

«La siccità di luglio e agosto ha inciso in modo pesante sulle coltivazioni sia sul fronte delle quantità prodotte sia su quello della spesa per il carburante che serve alle pompe di irrigazione – spiega Ettore Prandini, presidente della Coldiretti Lombardia – tra Brescia, Milano, Sondrio, Bergamo, Mantova, Pavia e Cremona ci sono danni stimati, fra mancati raccolti e maggiori costi, per circa 200 milioni di euro».

A Bergamo la situazione è diversa a seconda delle zone considerate: nella pianura (area Romano-Treviglio) si segnalano perdite del 15-20 per cento su tutte le colture, cali anche del 70 per cento sull’erba media e del 10-15 per cento per il latte, nella media pianura (Bergamo-Ponte San Pietro) il mais ha perso fra il 60 e il 70 per cento del raccolto sulle zone non irrigue, l’uva bianca è quasi dimezzata e per quella nera si prevedono perdite fra il 20 e il 30 per cento, in collina e sulla montagna orientale (Sarnico-Clusone) dimezzate le colture foraggere, il mais registra perdite del 25 per cento nelle aree irrigue e del 70 in quelle non irrigate, l’uva bianca crolla del 50 per cento e quella rosa del 30, mentre in Valle Imagna e in Valle Brembana le perdite sul latte vaccino e caprino si sono registrate riduzioni fra il 18 e il 20 per cento, mentre le produzioni di erba e fieno sono crollate anche del 40 per cento.

viaStato di calamità per l’agricoltura L’estate torrida brucia 200 milioni – Economia – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Curno, il mobilificio rassicura: «I nostri clienti saranno tutelati» – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Curno, il mobilificio rassicura: «I nostri clienti saranno tutelati» – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Dopo l’allarme scattato nei giorni scorsi, da parte di alcuni clienti del mobilificio «Casa Più Il Mobile», sulla Briantea a Curno, preoccupati per l’improvvisa serrata del punto vendita, dall’amministrazione del mobilificio arrivano alcune spiegazioni.

«L’amministrazione di Casa Più il Mobile sede di Curno – scrive – intende fornire alcuni chiarimenti e precisazioni per evitare informazioni distorte. Come noto, la forte crisi che ha investito la grande distribuzione, e in particolare il settore del mobile, ha avuto serie ripercussioni anche per Casa Più il Mobile, imponendo indispensabili interventi volti a salvaguardare gli interessi di tutela dei clienti e fornitori».

E annuncia: «Il centro di Curno, purtroppo, non potrà proseguire l’attività sviluppata in tanti anni con grande impegno e serietà». Rassicurando, però, i clienti: «Ma questo non significa automaticamente che i clienti non troveranno soddisfazione alle loro richieste o che non abbiano interlocutori cui rivolgersi».

«I problemi segnalati saranno affrontati con il massimo impegno e con la consueta serietà che ha contraddistinto la trentennale attività; se ci saranno difficoltà o allungamenti dei tempi di alcune consegne, ciò non significa che non ci sarà comunque un interlocutore che cercherà di risolvere ogni richiesta dei nostri clienti».