Curno Corpo nell’Adda, risolto il giallo Tunisino riconosciuto dal fratello – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Corpo nell'Adda, risolto il giallo Tunisino riconosciuto dal fratello – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Ora a quel corpo un nome è stato restituito: si chiamava Hassen Ayari, era nato a Tunisi il 28 dicembre 1984. Ed era in Italia da clandestino. Un particolare non da poco, visto che, proprio per questo, il fratello minore – anche lui irregolare in Italia – non ne aveva mai denunciato la scomparsa, forse temendo qualche ripercussione per se stesso o, sperando fosse ancora vivo, una volta ritrovato.

Sperava infatti che il fratello maggiore, del quale non aveva più notizie da ormai due mesi, si fosse allontanato dalla zona di Curno, dove entrambi bazzicavano, ma che fosse comunque vivo.

Curno Il boss napoletano a Curno e la commessa maltrattata – Corriere Bergamo

Un coltivatore d’affari per conto del clan camorristico dei Fabbrocino, sia secondo la procura della Repubblica sia secondo il tribunale partenopeo, di fatto gestore e «padrone» di almeno cinque società con sede a Bergamo e provincia già nel 2008, con bar e negozi di abbigliamento. E uno di quei negozi, di proprietà della Oltre Oceano Moda srl si trovava a Curno in via Fermi, nell’area commerciale del paese dell’hinterland. Era da lì che Umberto Ambrosio gestiva molti affari, tenendo contatti con uomini del clan, con i commessi, con i presta nome ai quali intestava di volta in volta le società. E chiamando dal suo cellulare il numero fisso di quel negozio si era fatto aggressivo, parlando con una commessa che era al lavoro. La dipendente riferiva al «capo» la preoccupazione di una collega, assunta per tre volte con un contratto a tempo determinato biennale e mai stabilizzata, una collega che avrebbe avuto gravi difficoltà economiche senza un rinnovo. «Era la quarta telefonata in cui si discuteva di quel tema», annota il gip di Napoli. «Ma io non posso fare niente e poi a quella io l’ho già detto di smetterla, che di questa cosa non si discute perché lei da noi non può più lavorare. E direi che basta!».

viaIl boss napoletano a Curno e la commessa maltrattata – Corriere Bergamo.

Curno Pier Mazzoleni: «La tua strada» – Video – L’Eco di Bergamo

Pier Mazzoleni: «La tua strada» – Video – L'Eco di Bergamo.

Concerto o teatro? L’ambizione, e non è da poco, è di trovare la via di mezzo coniugando canzoni e recitazione. Un abbinamento certo non nuovo che pure il cantautore Pier Mazzoleni si propone di sviluppare con lo spettacolo «È un uomo».

Uno spettacolo che viene varato questa sera all’Auditorium di piazza della Libertà (inizio ore 21, biglietti a 11 euro, prevendite presso Dentico Dischi, Bergamo Musica e Centro Emotivo Musicale), data zero di un tour che per il momento ha in calendario altri quattro appuntamenti, tra gennaio e febbraio, a spasso per il nord Italia, tra Casnigo, Bussolengo (Verona), Gambolò (Pavia) e Asola (Mantova).

Sul palco, oltre a Mazzoleni, pianista e fisarmonicista, nonché cantante, saranno il tastierista Alberto Sonzogni e l’attivissimo percussionista Dudù Kouate. Accanto a strumenti dalle fogge note (due pianoforti, fisarmonica) ci saranno flauti africani, liuto berbero, l’udu (particolare strumento nigeriano che miscela effetto percussivo e cassa di risonanza con acqua), campane tibetane e varie percussioni etniche. L’effetto timbrico è uno degli elementi caratterizzanti la ricerca musicale di Pier Mazzoleni, che intende così rivestire di suggestivi echi le sue canzoni.

Lo sviluppo dello spettacolo, della durata di un’ora e mezza, prevede l’alternanza tra musica e momenti recitati, con lo scopo di raccontare, nella sua nuda e spoglia essenzialità, le emozioni, le esperienze, gli amori, le speranze, i sogni e i ricordi di un uomo. A dar man forte al progetto di Mazzoleni, prodotto dall’associazione Oltremusica, c’è la regista bergamasca Silvia Barbieri.

Curno – Bergamo crocevia della Camorra Ambrosio «volto imprenditoriale – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Bergamo crocevia della Camorra Ambrosio «volto imprenditoriale – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Ad Ambrosio facevano capo in tutto ben otto società, come gli investigatori hanno potuto ricostruire proprio grazie alle intercettazioni telefoniche. Tre di queste avevano la sede legale a Bergamo, la «Fashion Project Vip Srl» (rotonda dei Mille), la «De Gennaro Moda Srl» (via Don Bosco) e il «Laboratorio del gusto Srl» (rotonda dei Mille).

Ambrosio gestisce negozi e locali un po’ in tutta la Bergamasca (l’ultimo magazzino è stato sequestrato proprio martedì mattina a Osio Sotto): a Calusco, Curno, Romano, Clusone, Ciserano, Albino, Zogno, Bergamo (in via Sant’Alessandro).

Curno – Ritrovano la borsa rubata ad Alesi Lui arriva in caserma e li ringrazia – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Ritrovano la borsa rubata ad Alesi Lui arriva in caserma e li ringrazia – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Jean Alesi con Maicol Falchetti, a sinistra, e Marco Mangili a destra (Foto by r.traina K0)
Maicol Falchetti, operaio di Bonate Sopra, e Marco Mangili, di Mapello, suo titolare, mercoledì mattina 19 dicembre hanno avuto la fortuna di stringere la mano al pilota francese di Formula 1 Jean Alesi, che con calore li ha ringraziati per aver ritrovato la sua borsa contenente documenti, tra i quali passaporto e carte di credito. Sembra che fosse stata rubata al pilota la settimana scorsa, in un ristorante.

Maicol e Marco hanno incontrato il pilota nella stazione carabinieri di Curno, dove avevano consegnato al comandante, maresciallo Biagio Mondì, la borsa che avevano ritrovato lunedì mattina a Madone, in un campo attiguo a via Papa Giovanni XXIII (la provinciale Ponte San Pietro-Capriate).

Curno Neve, tante auto fuori strada E ci si mettono pure gli ubriachi – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Neve, tante auto fuori strada E ci si mettono pure gli ubriachi – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Un ubriaco è stato individuato dopo che è finito fuori strada sulla Briantea fra Curno e Ponte San Pietro. E ancora un boliviano la cui auto è scivolata sull’asfalto viscido lungo l’asse interurbano nella zona della galleria San Roberto a Ponte San Pietro.

Auto fuori strada nella notte anche sull’A4: l’incidente è avvenuto intorno alle 2,30 del mattino fra Seriate e Bergamo, ed è intervenuta la polstrada di Seriate.

Tornando all’asse interurbano, un tratto della strada 342 (la nuova corsia per Bonate della superstrada) è stato chiuso per un’ora fra le 5 e le 6 nei pressi della galleria San Giovanni. La rete che serve a evitare l’ingresso agli animali selvatici si era riempita di neve e rischiava di precipitare sulla carreggiata. È stata ripulita prima di poter riaprire la strada.